Profumatissima Emozioni Mediterranee
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
         
 

L'abitato di Marina di Campo ha un'origine recente rispetto agli altri insediamenti
del territorio che, a parte la Torre di Guardia del XVI secolo, si possono far risalire
al XVIII secolo. Il motivo di un così tardo sviluppo è da ricercarsi nelle continue
aggressioni piratesche, per niente ostacolate dalla natura aperta del luogo che costrinse
gli abitanti del posto a cercare sicurezza nei luoghi collinari retrostanti.

Solo dopo questo periodo, con la regressione di tali pericoli, la costa divenne appetibile
sia per praticare la pesca, a supporto dell'agricoltura, sia per il commercio.
Il primo nucleo si sviluppò nella zona vicino alla torre ed alla chiesa di San Mamiliano,
a ridosso dell'attuale località Stagno, un tempo zona molto paludosa e causa di non pochi
casi di malaria. Lo sviluppo del centro fino al secondo dopoguerra rimase, comunque,
contenuto e raccolto intorno ai nuclei originari e rapportato con l'intensa attività
agricola che, nel corso degli anni, aveva modellato i fianchi delle colline con numerosi
terrazzamenti e la pianura con il fitto reticolo dei campi. Passate le devastazioni
del conflitto mondiale, Marina di Campo fu tra le prime località ad aprirsi al turismo
con esempi di paesaggio "costruito".